Il nostro padel – puntata 8

A cura di Michele Giancaspro

Ben ritrovati amici. Ben ritrovati dopo un fine settimana di grande sport e divertimento in quel di Pescara dove, all’ombra del bellissimo Ponte del Mare sul porto canale, si sono svolte le finali del campionato amatoriale più atteso, la Coppa dei Club MSP, magistralmente organizzato nei nuovissimi campi di Padelmania, circolo che risponde principalmente al nome di Luigi Di Biagio. 14 formazioni si sono cavallerescamente affrontate a suon di bandeja e dormigliona e, alla fine, a spuntarla è stata la compagine romana di Mas Padel che ha avuto la meglio sul Pro Parma Padel Academy con il risultato di 3-1.

Parallelamente alle finali si è svolto il primo torneo di Padel Mixto, nel quale 8 coppie formate da un atleta seduto e un atleta in piedi hanno dato vita ad un evento inedito, spettacolare ed inclusivo. Le coppie, in rappresentanza di altrettante regioni, hanno dato vita a competizione vera, senza esclusione di colpi. Al termine di una finale molto combattuta terminata al super tie break, sono stati gli atleti della regione Lombardia, composta da Luca Facchetti e Giuseppe Galliano, a vincere la competizione. Parleremo di loro nelle prossime puntate de ‘Il nostro padel’.

Ad una settimana dal trionfo e smaltita la sbornia post-festeggiamenti abbiamo chiesto ad Andrea Legrottaglie, Capitano di Mas Padel le proprie impressioni sull’evento che lo ha visto vincitore insieme alla sua squadra: “L’evento a Pescara è stato organizzato in maniera impeccabile, questo grazie al movimento MSP composto da persone che lavorano con passione e cercano sempre di migliorarsi. Il risultato è stato sotto gli occhi di tutti,

sarebbe stato un week end bellissimo anche se non avessimo vinto”.

Come avete progettato questo successo? “La vittoria del titolo è arrivata sicuramente grazie ad un po’ di fortuna, ma soprattutto grazie ad un lungo lavoro volto a creare un gruppo di pari livello che si è allenato insieme con continuità per poi confrontarsi in vari tornei, compresa la Coppa Italia”.

Rispetto agli anni passati, come sta cambiando il padel? “Non ho una competenza tale per individuare esattamente cosa sia cambiato rispetto al passato, di certo posso dire che in questi ultimi anni abbiamo investito molto nella formazione dei nostri istruttori che a loro volta attraverso corsi di vari livelli formano bambini, ragazzi e adulti. Per migliorare ma anche per divertirsi bisogna essere consapevoli che tutto ruota intorno allo studio dello sviluppo delle fasi del gioco e della tecnica di base”.

Quali sono i programmi per difendere la coppa? “Faremo del nostro meglio per difendere il titolo, abbiamo tanto tempo davanti, probabilmente integreremo il gruppo con i ragazzi che stanno crescendo nel nostro circolo, ma per il momento pensiamo a goderci la vittoria”.

Cosa ne pensi del torneo di padel mixto visto a Pescara? “Purtroppo, stando a bordo campo e in continua tensione per i ragazzi della squadra, non ho potuto dedicare loro molto tempo, almeno non quello che avrebbero meritato. Vederli giocare è stato un onore e credo che queste iniziative debbano essere sviluppate e portate avanti, sono certo che presto avranno molto spazio, visibilità e sostegno”.

Chi ti senti di ringraziare? “Ringrazio i nostri ragazzi per aver creato questo spirito di gruppo che è stata l’arma vincente che ci ha contraddistinto, li ringrazio fin da ora per tutto l’impegno e tutte le sfide che dovranno affrontare l’anno prossimo per difendere il titolo e riconfermarsi campioni. Ringrazio anche tutti gli altri ragazzi del circolo che hanno seguito e sostenuto la squadra fino alla fine. Un Saluto, inoltre, a tutti i lettori di Padel Channel. Ci vediamo sui campi!”.

Ringraziamo il Capitano di Mas Padel Andrea Le Grottaglie per la sua cortese disponibilità e vi diamo appuntamenti sui caldi campi vetrati per avvincenti e sudate sfide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× Ciao, come posso aiutarti?